Vuoi partecipare ai nostri contest e vincere fantastici premi?
Aiutaci a sostenere i costi di gestione con una piccola donazione :)


E non dimenticare di restare in contatto con noi tramite la pagina ed il gruppo Facebook!

Pagina Facebook Fai da Te ITALIA Gruppo Facebook Fai da Te ITALIA



Per accedere al contenuto
disabilita AdBlock o mettici in whitelist poi

ricarica la pagina per visualizzare il contenuto!




Share
Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Bancone da lavoro Mark2. Spiegazione progetto, misure, galleria fotografica ed info
here
#1
Thumbs Up 
E adesso passiamo alla spiegazione del mio banco da lavoro Mark 2.

Fondamentalmente è fatto usando delle assi di legno (sottomisure) da 2,5 cm di spessore, 10 larghezza e 4 metri di lunghezza.
Ho usato le assi del vecchio bancone fisso che aveva realizzato un'altro falegname prima di me, visto che da un lato eran verniciate di un colore che non mi piaceva, ho provveduto ad accoppiarle l'una all'altra in modo lasciare esternamente il legno non trattato.
 
Come da tradizione del gruppo ogni materiale è di recupero. I ripiani li ho fatti con dei pezzi di OSB che eran serviti per fare il tetto del capannone.
Vengon sorretti attraverso degli scarti di listelli fissati nella parte interna dei supporti orizzontali lunghi.
Chi ha seguito alcuni dei miei lavori sa che personalmente uso sempre la tecnica degli "scarichi obliqui" per evitare traballamenti, anche questa volta ho fatto così, inglobando il tutto sulla struttura laterale stessa del bancone.
I piedi o gambe del tavolo, che dir si voglia, son fatte accoppiando ed incollando tra di loro 3 assi di legno.
Il ripiano superiore è fresato, purtroppo con una fresa di bassa qualità, che ha fatto uscire la fresatura male, ma ci si accontenta.
I supporti orizzontali lunghi che reggono le due strutture dei piedi tra di loro sono fissati con colla e viti da 10 cm.
Ogni struttura dei piedi (lato destro e lato sinistro) è "decorata" con delle sporgenze tragliate parzialmente a 45° nella parte bassa esterna. La parte superiore dritta che sporge, funge da appoggio per alcuni tipi di lavorazione, ad esempio inchiodare o avvitare due tavole a 90° tra di loro, un'estremità di una si poggia sulla sporgenza, mettendo quindi il pezzo quasi in verticale, e l'altro si avvita dall'alto.
Iniziamo a vedere dall'interno la struttura dei piedi, già osservando bene si può capire abbastanza bene ogni passaggio.
Ad esempio il triangolino in alto a sinistra non è altro che il ritaglio della tavola in alto a destra.
Nel particolare dei supportini a 45°usati più che altro per sorreggere i supporti orizzontali lunghi in fase di montaggio.. altrimenti non sarebbero mai usciti dritti... (non ci son usciti ugualmente ahahah)
Ora qualche dato tecnico:

Il piano superiore del bancone è un pannello di abete lamellare da 2 cm di spessore di 70x160

La misura dei supporti lunghi, che son formati ognuno da 2 assi è di 132 cm

La misura della parte lunga del bancone (non quella del piano superiore, ma quella della struttura al di sotto) è di 146 cm

La misura dei supporti corti che si avvitano ai supporti lunghi, al di sotto del piano di lavoro, è di 40 cm

La misura interna della struttura corta dei piedi è di 40 cm

La misura esterna della struttura corta dei piedi è di 55,5 cm

La misura di ognuno dei pannelli di OSB dei ripiani è di 40 x 132 cm

E dunque, in linea di massima, questa è la versione mark 2 del mio bancone, sto già progettando la 3, e vi svelo sottovoce che sarà letteralmente un opera d'arte 3
Buona costruzione a tutti! 4
 
Cita messaggio
#2
Riuscissi pure io a fare un bancone così, complimenti 3
Cita messaggio
here1





Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)